I FORNI DELLA FESTA DE LO PAN NER

Ayas

Il Catasto d’impianto dello Stato italiano segnala sul territorio di Ayas almeno 33 forni a pane alla fine del 1800. Nel corso dell’inventario organizzato dalla Sovrintendenza alle attività e beni culturali nel 1996-1997 ne sono stati riscontrati 23. Pochi sono datati, e precisamente quello di Cunéaz  (fine XVIII secolo), quello di Magnéaz  (160 pani) datato 1859 e quello di Champoluc, datato 1861.

«Per fare il pane si doveva preparare il lievito; lo si faceva con il luppolo, che qui cresceva spontaneamente, facendolo ammollare nell’acqua fino a che diventava liquido come una salsa; poi lo si mescolava alla pasta di pane» Ewald Obert.

I sabotier faranno una dimostrazione pratica di come si intagliano i sabot, tipiche calzature in legno, saranno inoltre accompagnati dal gruppo “tchatse di Ayas” che si occuperà del lavoro a maglia, nello specifico delle calze in lana realizzate a “tricot”

www.lovevda.it

DOVE

ATTIVITà

VENERDÌ 12 OTTOBRE
alle ore 17 accensione del forno

SABATO 13 OTTOBRE
dalle ore 10.00
presso il Vecchio Forno del villaggio di LIGNOD giornata dedicata alla lavorazione tradizionale del pane nero (preparazione e cottura del pane, sfornata e degustazione)

L’intera giornata sarà allietata da:

• visite guidate all’antico mulino di Lignod dove rivive il rito della macina
• laboratorio creativo sul pane
• intrattenimento per bimbi
• degustazioni ed esposizione a cura dei produttori del territorio
• intrattenimento musicale con Katia Perret e con la partecipazione del gruppo folkloristico Li Tsoque d’Ayas
• partecipazione del gruppo alpini
• dimostrazioni con i Sabotiers e il gruppo Tchatse di Ayas.

Locandina